Con questo governo assistiamo ad una grave involuzione di cultura giuridica

settembre 25, 2018 | blog | di Valeria | 0 Commenti

Quanto è avvenuto stamattina in commissione #Giustizia al Senato è grave e preoccupante.

Al di là delle parole è chiaro che il ministro Bonafede e la maggioranza non hanno alcun interesse ad intervenire per sostenere una #riforma del sistema penitenziario più giusta mirata, tra l’altro, al recupero dei detenuti anche attraverso l’utilizzo di misure alternative al carcere. E neanche i recenti fatti di cronaca hanno portato ad un ravvedimento per la situazione delle detenute madri.
Nonostante le pressioni e le richieste del Pd e delle altre opposizioni in commissione Giustizia, infatti, è stato messo ai voti un parere di riforma dell’ordinamento penitenziario che sceglie di non dare seguito a quella parte della legge delega che impegnava il governo a rafforzare la scelta di misure alternative alla detenzione al fine di assicurare una maggiore tutela del rapporto tra detenute e figli minori.
Il voto di oggi testimonia una grave involuzione di cultura giuridica che, dimenticando ogni umanità e allontanandosi dalla funzione rieducativa della pena, vede M5S seguire la Lega su una strada che nulla ha a che vedere con il miglioramento nel nostro sistema penitenziario e giudiziario.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*